Hair Fibers : Cosa c'è da sapere

Hair Fibers : Cosa c'è da sapere

In inglese vengono chiamate hair fibers ma in italiano sono semplicemente fibre per capelli, le quali non sono altro che un cosmetico che viene utilizzato per nascondere i capelli diradati o la calvizie. In commercio le più famose sono a base di cheratina e di cotone ma si possono trovare anche delle fibre totalmente artificiali.

Entrambe sono eco friendly per cui non danneggiano l'ambiente anche se le prime vengono dalla lana di pecora mentre le altre sono totalmente a base di cotone o per meglio dire cellulosa a base di cotone.

Per capire quali sono le migliori abbiamo spulciato la scala triboelettrica che si trova facilmente su wikipedia, la quale può esserci utile per capire il meccanisco e il funzionamente delle hair fibers. Se scriviamo su google "scala triboelettrica" il primo ad uscire è il link di wikipedia.

Sentendo i produttori, tali "Hair fibers" sembra che entrambe usino la forza elettrostatica per aggrapparsi ai capelli presente sulla cute dei capelli, proprio per questo motivo abbiamo voluto verificare quali fibre sono le migliori a prescindere dal colore e lo spessore delle fibra stessa.

Osservando la scala triboelettrica che troviamo sul lato destro della pagina di wikipedia, possiamo osservare che la distanza che passa tra i capelli e la lana è minore di quella che tra capelli e cotono.

Nella parte alta della scala notiamo i materiali che tendono a cedere gli elettroni mentre nella parte bassa tendono ad accettarli.

Usando questa scala triboelettrica scientificamente provata abbiamo pensato che siccome il cotone è verso la parte bassa della scala sicuramnte avrà più attrazione. É proprio per questo motivo che Cottonfix è a base di cotone, ed è anche per questo motivo che le fibre di cottonfix hanno la tendenza di attaccarsi meglio ai capelli esistenti dell'individuo.