PAGA IL TUO ORDINE ALLA CONSEGNA! ORDINI TELEFONICI  +389 608 5685

Cute dei capelli e cuoio capelluto

Cute dei capelli e cuoio capelluto

La cute dei capelli viene anche chiamata cuoio capelluto, ed è situato sulla scatola cranica. Il cuoio capelluto è ricoperto dai capelli e solitamente su quest'ultimo ci sono la maggior parte di ghiandole sebacee di una persona. Esso contiene circa 1300 follicoli per centimetro quadrato su un neonato, ovviamente negli adulti sempre meno.

Se un individuo è tendente alla calvizie è normale che questi numeri sono nettamente inferiori. Infatti dobbiamo considerare che una persona che soffre di calvizie riesce a nutrire solo un capello ogni tre, gli altri danno vita a i peli detti “vellus”, praticamente i capelli fini che sono presenti nelle teste calve. In parole povere in una persona adulta ci sono circa 130.000 capelli.

Formazione del cuoio capelluto

Tessuto sottocutaneo o ipoderma

Tessuto cutaneo o epidermide e derma

Muscolo epicranico

Il tessuto sottocutaneo del cuoio capelluto viene anche chiamato ipoderma, è ricco di cellule adipose e adipociti. Per mezzo della sua costituzione spugnosa crea un'isolazione tra organi sottostanti e allo stesso tempo isolamento termico. Nell'ipoderma sono situati i follicoli pilferi i quali vengono nutriti prorpio nell'ipoderma.

Il tessuto cutaneo invece è diviso in 2 principali tessuti epidermide e derma.

L'epidermide è formata da strati di cellule chiamate cheratinocidi dove viene sintetizzata la cheratina, la quale protegge le cellule dagli agenti ambientali. Le cellule morte vengono espulse tramite il cuoio capelluto in modo impercettibile, solo nel caso ci siano delle anomalie, questo processo porta alla desquamazione del cuoio capelluto, che conosciamo come forfora la quale come sappiamo può provocare prurito in testa ma potrebbe anche essere causa di dermatite seborroica o portare l'individuo a sentire dolore al cuoio capelluto.

Derma o tessuto connetivale. Qui ci sono i vasi sangugni i quali portano nutrimento ai capelli.

Nel derma risiedono anche i bulbi piliferi e le ghiandole sebacee che producono il sebo. Se le ghiandole sebacee per un qualsiasi motivo non dovessero funzionare bene e non riuscissero a produrre abbastanza sebo, la cute potrebbe diventare secca.

Muscolo del cuio capelluto. E' quel muscolo che ci consente di muovere i capelli verso avanti oppure arrugare la fronte.