Calvizie maschile : scala di Norwood

Calvizie maschile : scala di Norwood

La classificazione dell'alopecia androgenetica maschile, chiamata più comunemente calvizie maschile è stata classificata dal Dottor Hamilton già agli inizi degli anni '50. Si differenzia dalla calvizie femminile perché la perdita dei capelli, non è caratterizzata da una caduta dei capelli su tutto il cuoio capelluto, ma ma sulle zone alte della testa ma anche frontali del cuoio capelluto

In origine Hamilton aveva classificato l'alopecia solo in 5 stadi, successivamente però Norwood riprese la questione in mano, perfezionando ulteriormente la scala di Norwood, aggiungendo degli stadi per aggiornare la progressione della perdita di capelli nell'uomo. Per questo motivo al giorno d'oggi siamo siamo abituati a sentire parlare della scala Hamilton-Norwood, la quale viene oggi utilizzata per la classificazione della calvizie.

I livelli partono dal numero I, dove non si identifica una vera a propria calvizie, ma si può constatare che esiste una stempiatura dei capelli. Proseguendo per i vari stadi arriviamo allo stadio VII, dove il diradamento dei capelli e la zona fronte e superiore della testa sono collegate, si può considerare di essere calvi.

STADI DELLA SCALA DI NORWOOD

STADIO I. Piccole evidenziazioni di un'attaccatura alta nella parte frontale della testa. Si verifica una caduta di capelli di bassissima importanza.

STADIO II. L'attaccatura alta è un po' più evidente e i capelli caduti sono già molti.Si può verificare un piccolo diradamento nella parte alta della testa.

STADIO II A. Più che una stempiatura si vede un diradamento dei capelli anche nella zona frontale della testa. Il diradamento nella parte alta un po' più evidente.

STADIO III. Siamo di fronte alla calvizie vera e propria. Si nota una certa profondità della stempiatura, i capelli sono molto diradati e comincia a vedersi un collegamento tra la parte frontale delle testa e la parte alta.

STADIO III A. Possiamo considerarla una variante dello stadio precedente, si nota solo un po' di più diaradamento.

STADIO III V. si nota molto la caduta dei capelli, la calvizie è ormai conclamata.

STADIO IV. Il diradamento dei capelli è ben esteso e visibile sul vertice della testa.

STADIO V A. Stadio di calvizie avanzato.

STADIO VI. Collegamento ormai avvenuto tra la parte frontale della testa e la parte alta.

STADIO VII. Il soggetto è completamente calvo. Rimangono solo pochi capelli fini. I capelli rimasti sono solo nella corona dei capelli.

Agli inizi del duemila, alcuni studiosi hanno provato a fare una nuova classificazione ma i risultati sono quasi i medesimi anche se la classificazione degli ultimi studiosi era più basato sul diradamento dei capelli che sulla calvizie incipiente.

In poche parole hanno tentato di togliere le fasi intermedie TIPO A per esempio che si usano sulle scala di Hamilton Norwood, utilizzando delle lettere invece che dei numeri per indicare la caduta dei capelli.

Al momento questo scala non è ancora molto utilizzata, pensiamo che si possa utilizzare a pieno negli anni futuri.