come infoltire i capelli

come infoltire i capelli

Infoltire i capelli è problema estetico ben noto e molto comune come la calvizie ha sempre visto un fiorire di cure più o meno miracolose. Purtroppo invece le cause sono ben note. Infatti la quasi totalità dei casi di caduta dei capelli sia negli in uomini che donne è riconducibile all'alopecia androgenetica. Questa forma di calvizie è causata dalla sensibilità dei follicoli piliferi nei confronti dell'ormone diidrotestosterone. Le radici dei capelli sviluppano un'ipersensibilità all'ormone che indebolisce i follicoli piliferi fino alla loro caduta. In particolare inibisce la loro fase di crescita che sarà sempre più ridotta fino all'estinzione del bulbo pilifero stesso.

Non vi sono motivi particolari per essere soggetto alla calvizie, se non che tale sensibilità è determinata geneticamente.

Appurate le motivazioni scientifiche, infoltire i capelli con altro che non sia un trapianto di bulbi piliferi sostanzialmente non è possibile, almeno allo stato attuale. E’ invece possibile:
rallentare la caduta di capelli per via farmacologica agendo a livello ormonale;
- osservare diete o accorgimenti nella cura del capello che possono anch’essi tentare di rallentare la calvizie;
- utilizzare cosmetici o trattamenti estetici che mascherino la caduta dei capelli dando la sensazione visiva di capelli più folti.

L’utilizzo dei farmaci è finalizzato ad influenzare il livello ormonale. Poiché la causa delle calvizie è un livello di diidrotestosterone troppo alto, si cerca di inibirlo con l’utilizzo della Finasteride. Effetti sono visibili dopo 6 - 12 mesi con la crescita dei bulbi piliferi rimasti in maniera un po' più forte, ma se il trattamento viene interrotto l'alopecia riprende immediatamente. Un altro farmaco, l'Alfatradiol, lavora anch'esso a livello ormonale ed inibisce la 5-alfa-reduttasi, l'enzima che provoca la conversione di testosterone in diidrotestosterone. Ma la soluzione che si applica sul capo ha un tasso di alcool elevatissimo e può provocare dolorose sensazioni di bruciore alla pelle. Rallenta la caduta di ulteriori capelli per il periodo dell'applicazione del farmaco.

Altra modalità è provare (se non per infoltire i capelli almeno per rallentare la caduta), con un cambio di dieta. Essa dovrebbe essere ricca di frutta, di verdura foglia verde, cereali di tipo integrale, latticini e alimenti ricchi di omega 3 come salmone, noci, semi di lino. E’ inoltre utile detergere i capelli con uno shampoo poco aggressivo.

In ultimo, per rendere meno evidente il diradarsi dei capelli è possibile mascherarne la perdita con dei prodotti cosmetici specifici che ne aumentano il volume, dando la sensazione visiva di infoltire i capelli. Si tratta di polveri di microfibre che si spargono sulle parti del capo dove i bulbi piliferi sono più radi.
Sono prodotte con cheratina di origine animale o con fibre cotone naturale. Funzionano aderendo ai bulbi piliferi utilizzando la carica elettrostatica del capello stesso e ne aumentano considerevolmente il volume. Mascherano i capelli diradati e dei bulbi piliferi rendendo lo spazio tra un capello e l’altro meno visibile.