Come mascherare la perdita dei capelli

Come mascherare la perdita dei capelli

Mascherare la perdita dei capelli è una esigenza particolarmente sentita sia dagli uomini che dalle donne. 
Negli uomini la perdita dei capelli è un fenomeno che può accadere anche dai vent’anni, colpisce circa il 70% degli individui e si manifesta dapprima sull’area della fronte e le tempie. Nelle donne si manifesta invece in età avanzata e non è localizzata in una specifica area del capo. Poiché il processo di perdita dei capelli o Alopecia si protrae per diversi anni è possibile mascherare le zone della cute sprovviste di capelli in modo efficace con dei trattamenti estetici.

Al fine di rendere meno evidente il diradamento dei capelli ed evitare per quanto possibile il contrasto tra il colore dei capelli e quello della cute, è possibile mascherare la perdita dei capelli con dei prodotti cosmetici per calvizie specifici o con dei trattamenti estetici.

Infatti la perdita dei capelli è un processo tendenzialmente irreversibile, e con l’eccezione del costoso trapianto di bulbi piliferi, non esistono rimedi medici che possano “guarire” dalla calvizie.

I prodotti e trattamenti cosmetici che descriviamo in seguito non hanno dunque effetti di rigenerazione del bulbo pilifero ma più semplicemente sono efficaci in ambito estetico.

I prodotti e trattamenti per mascherare la perdita dei capelli sono raggruppabili in tre tipologie:
- dei fondotinta che si applicano sul cuoio capelluto con delle spugnette;
- delle polveri voluminizzanti che si spargono sulle parti del capo dove i bulbi piliferi sono più radi;
- dei trattamenti estetici che imitano la presenza di bulbi piliferi con specie di tatuaggi.
La finalità di tutti questi trattamenti è sostanzialmente rendere meno visibile il contrasto tra i capelli, specie se scuri, ed il cuoio capelluto bianco.

I fondotinta si applicano direttamente sulla parte del cuoio capelluto che ha più superficie sprovvista di bulbi piliferi. Sono di varie tonalità per essere il più possibile similari al colore naturale dei capelli, e poiché colorano la cute sono utili per mascherare la perdita dei capelli.

Le polveri voluminizzanti agiscono invece sul capello. Sono commercializzate in due tipi: quelle prodotte con cotone naturale o con fibre di cheratina di origine animale. Aderiscono ai bulbi piliferi (che pertanto devono essere sempre presenti, anche se radi o deboli) utilizzando la carica elettrostatica del capello stesso. Composte di microfibre di colore simile a quello dei capelli, attaccandosi al bulbo pilifero ne aumentano considerevolmente il volume. Rendono lo spazio tra un capello e l’altro meno visibile, e sono perciò funzionali all’obiettivo di mascherare la perdita dei capelli.

I trattamenti estetici noti come Micro Scalp indicano l’inserimento di microscopici puntini di pigmento sul cuoio capelluto, come a voler imitare un taglio di capelli di tipo rasato corto. Tali punti di inchiostro sono disegnati in maniera tecnicamente simile ad un tatuaggio.

Tutti questi trattamenti sono efficaci nel mascherare la perdita dei capelli. Ai gusti del cliente è lasciata la scelta di decidere quale sia il più adatto alla propria indole.